Fregula con zucchine e fiori di zucca

     Autore:   1

fregula con zucchine e fiori di zucca

Fregula con zucchine e fiori di zucca

Abbiamo chiesto a @Lisa_in _cucina, foodblogger su Instagram, di realizzare per noi una ricetta fantasiosa con la fregula che sfruttasse al meglio le verdure di luglio e che fosse capace di sprigionare il colore e i sapori dell’estate. 
 
Il risultato? Una fregula con zucchine e fiori di zucca suprema, scenografica e allegra.

Ingredienti per 4 persone 

350 gr di fregula sarda media La Casa del Grano
2 zucchine
30 fiori di zucchine (circa)
Meta’ cipolla piccola
Olio evo q.b
4 cucchiai di parmigiano
1 bustina di zafferano
Mezzo litro di brodo vegetale
(Io ho fatto bollire cipolle, carota, sedano, zucchine, prezzemolo e aggiustato di sale)
 

Procedimento

Per prima cosa ho lavato e asciugato delicatamente i fiori di zucca per non rovinarli.
Ho eliminato il picciolo, le escrescenze laterali e il pistillo e li ho capovolti su carta da cucina per qualche minuto. Poi ho proceduto asciugando l’acqua in eccesso con carta da cucina.
Basta poco perché si sfaldino e anche se sono destinati a ridursi in filamenti, mi piace che mantengano tutta la loro bellezza fino al momento della cottura. 
Ho versato la fregula in abbondante acqua salata e nel frattempo ho tagliato le zucchine a dadini e le ho fatte rosolare con la cipolla e l’olio evo.
Ho aggiunto la fregula media e ho mescolato frequentemente come un risotto. Vi consiglio di versare un mestolo di brodo vegetale man mano che si asciuga e di aggiungere una bustina di zafferano (sciolta in un mestolo di brodo) sul finale.
Quando la fregola è quasi cotta, aggiungete i fiori di zucca, il peperoncino a piacere e aggiustate di sale.
A cottura ultimata, vi raccomando di mantecare con 4 cucchiai di parmigiano e un filo di olio evo. 
 
Questa è una versione molto semplice ma per chi vuole arricchirla può aggiungere un’abbondante spolverata di bottarga di muggine , e/o gamberetti freschi.
Vi assicuro che è ottima in tutte le sue varianti.

Due chiacchiere con @Lisa_in_cucina

 Come è nata la tua passione per il cibo?

La mia passione è nata già quando ero molto piccola, intorno agli 8 anni, quando mi intrufolavo in cucina ad aiutare mio padre mentre preparava la cena dopo una giornata di lavoro. Mia madre non era un’amante della cucina mentre per mio padre, cucinare era una passione e un divertimento.
 

Quindi tuo padre è stato il tuo primo mentore in cucina?

Esatto. Ma non è stato l’unico ad ispirarmi. Ho avuto la fortuna di avere due zie esperte dalle quali potevo carpire molti trucchi e insegnamenti, soprattutto in tema di dolci sardi.
Mi autoinvitavo quando dovevano prepararli e mi appuntavo tutti i segreti, oltre a copiarne la manualità.
 
Qual è il tuo cavallo di battaglia?
 
Devo dire che non ho un vero e proprio cavallo di battaglia ma amo cucinare particolarmente lasagne alla bolognese e ravioli  di ricotta e spinaci. Mi piace molto fare la pasta a mano, preparare i ripieni e lavorare sulla perfezione delle chiusure della pasta fresca. E quando vedo i miei commensali mangiare con soddisfazione quello che cucino con impegno, sono felice.
 
Quale piatto ti porta dietro all’infanzia?
 
Se penso ai piatti della mia infanzia mi vengono in mente due ricordi: uno quando arrivavo da mio nonno e lo trovavo intento a preparare il gattò, un dolce tipico sardo e l’altro di mio padre mentre tira la pasta con il mattarello per preparare la panadas di anguille. 
 
Cosa non deve mancare nelle tua dispensa?
 
Non deve mancare niente, sono molto esigente. In qualsiasi momento, devo avere a disposizione l’occorrente per preparare un dolce, un primo o una pasta ripiena.
 
Cosa ti ha spinto a intraprendere questa strada sui social?
 
Ho intrapreso questa strada  per la passione per la cucina ma soprattutto spinta da mio genero che apprezza molto la mia cucina e mi ha incoraggiato e consigliato di confrontarmi sui social.
 
Come si svolge la giornata della food blogger? Come pianifichi gli impegni?
La mia giornata inizia pensando e valutando il piatto del giorno.Mi faccio guidare dall’uso di prodotti freschi, genuini e di stagione.
Cerco così di realizzare un piatto adatto alla collaborazione che instauro con l’azienda anche in base ai prodotti che mi propone. Una volta sviluppato il piatto arriva il momento dello scatto fotografico. Quindi opto per diverse soluzioni scenografiche e allestisco il set fotografico.
 
 Ti dedichi a tempo pieno alla tua passione? O ti ritagli dei momenti nella giornata quando non lavori?
Da più di un anno dedico la maggior parte del mio tempo al mio profilo Instagram @lisaincucina . Naturalmente mi ritaglio gli spazi necessari per la mia famiglia.
 
 Hai mai pensato di organizzare dei corsi base  di cucina?
Si, è un mio progetto futuro che spero di poter realizzare al più presto con dei corsi base di lavorazione della pasta fresca e dolci tipici sardi.
 
Leggi le altre interviste ai foodbloggers
 

Autore: valentina

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner premendo il tasto 'Accetto' ne accetti l'utilizzo per 1 mese. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi