Fregola con carciofi e muggine di Cabras: una specialità dell’Oristanese

     Autore:   2 commenti

fregola con carciofi e muggine di Cabras

Arriva da Oristano la ricetta della fregola con carciofi e muggine di Cabras, ideata, preparata e fotografata dalla nostra amica foodblogger Daniela Masala di @gliangolididaniela.

La cucina con i prodotti del territorio e di stagione riserva sempre un sapore sorprendente, specie se gli ingredienti utilizzati sono dei re incontrastati della tavola, unici per sapore e provenienza.  

Questa ricetta sfrutta tre prodotti sardi di eccellenza, conosciuti in tutta Italia: il carciofo spinoso DOP, il muggine di Cabras e la Vernaccia di Oristano. 

ingredienti

 

Sua Maestà Il Carciofo

carciofo spinoso sardo DOP

Il carciofo spinoso, riconosciuto come prodotto DOP (Denominazione di Origine Protetta), fa parte del patrimonio gastronomico della Sardegna.

Dalla forma conica e appuntita e le spine gialle molto evidenti, il carciofo spinoso DOP è caratterizzato da capolino e brattee molto profumate e carnose. Il suo sapore è inconfondibile perchè è il risultato di una combinazione di fattori unici: il suolo di alcune zone della Sardegna, l’arte centenaria della coltivazione e le condizioni climatiche favorevoli rendono il carciofo subito riconoscibile per il suo colore verde intenso con sfumature violette all’esterno e giallo all’interno, il sapore in perfetto equilibrio tra amarognolo e dolciastro, e la ricchezza sbalorditiva di sali minerali, ferro e fibre. 

Il suo periodo di raccolta inizia a fine ottobre, prosegue a Novembre e Dicembre con i carciofi precisi e si esprime al meglio tra Gennaio e Aprile. 

Prova anche la ricetta con i cardi!

Il muggine di Cabras

Il muggine è un pesce molto profumato e saporito, conosciuto più per il suo carico prezioso, la bottarga, che per le sue carni. Può essere preparato arrosto o cucinato con la Vernaccia, come da tradizione locale. I muggini più pregiati vengono allevati nello stagno di Cabras, incastonato nell’Area Marina Protetta del Sinis: un ecosistema spettacolare dove l’acqua del mare si mischia a quella della laguna e spiagge da cartolina come Is Aruttas si alternano a scorci mozzafiato come l’antica città di Tharros.

Le carni del muggine sono ricche di proteine e grassi insaturi: il muggine (o cefalo) è nutriente e semi-grasso e una porzione media di circa 100 grammi fornisce 7 grammi di grassi ed è quasi del tutto priva di carboidrati. 

Guarda il video della pesca dei muggini nel Golfo del Sinis

La Vernaccia di Oristano

In Sardegna, la Vernaccia sta ad Oristano come il Vermentino a Cagliari. Non solo si può bere come aperitivo o a tavola, ma si usa in cucina con il pesce, la carne e i formaggi e perfino come vino da dessert per accompagnare i tipici dolci sardi a base di mandorle.

Le origini della vernaccia si perdono nella notte dei tempi: la prima testimonianza si trova in una raccolta di leggi del 1327  conservata a Iglesias. La stessa parola vernaccia viene da “Vernacula” che, in latino, significa locale. Oggi, la vernaccia di Oristano è un vino a Denominazione di Origine Controllata.

Fregola con carciofi e muggine di Cabras

Ingredienti per 4 persone:

350 g fregola media La Casa del Grano

300 g muggine di Cabras sfilettato

4 carciofi

2 cipollotti

2 spicchi d’aglio fresco

1 bicchiere di vernaccia di Oristano

sale q.b

olio evo q.b

1 litro di brodo vegetale

Procedimento

Preparate un trito di cipollotti, aglio e prezzemolo e dividetelo a metà.

Prendete metà del trito e imbionditelo in un filo d’olio extra vergine d’oliva, aggiungete i carciofi precedentemente puliti e privati della barbetta interna, tagliateli a striscioline sottili e fateli cuocere per circa una decina di minuti sfumando con 1/2 bicchiere d’acqua se necessario.

Aggiungete i filetti di muggine precedentemente tagliati in piccoli pezzi, fateli rosolare bene, salate e sfumate con 1/2 bicchiere di Vernaccia di Oristano, continuate a far cuocere per circa 8/10 minuti.

Dopo aver preparato il brodo vegetale, filtratelo.

Prendete l’altra metà di trito e imbionditela in un filo d’olio evo, versate la fregola  e fate tostare come un risotto, aggiungete tre mestoli di brodo, mescolate di tanto in tanto, continuate ad aggiungere man mano che vedete che si assorbe.

Fate cuocere rispettando il tempo di cottura indicato nella confezione.

Aggiungete il condimento di filetti di muggine e carciofi, impiattate e servite. Per completare il piatto a piacere potete dare una bella spolverata di pecorino sardo.

A questo punto non resta che augurarvi una buona preparazione buon appetito!

 


Autore: valentina

2 commenti

  1. Daniela Masala ha detto:

    Ringrazio la Casa del Grano.
    Prodotti ottimi, di alta qualità di provenienza sarda che rispettano le antiche tradizioni.
    Con i malloreddus, la fregola, is maccarronis de Busa si possono creare dei primi piatti seguendo la stagionalità degli ingredienti, sono ideali come menù delle feste e come idee regalo, donerete qualità, tradizione, genuinità.

  2. Pietro ha detto:

    Uno dei tanti piatti che preferisco a base di carciofo che con la fregola e muggine si sposano bene.
    Che dire poi della vernaccia? Credo che sia proprio il punto forte della ricetta, quel sapore che non vi aspettate e tanto ricercato.
    Consiglio vivamente di provare almeno una volta nella vita per chi come me, non è sardo.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner premendo il tasto 'Accetto' ne accetti l'utilizzo per 1 mese. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi