Daniele Cui: malloreddus con aglio, olio, peperoncino e bisque di scampi

     Autore:   1

malloreddus grossi con aglio, olio, peperoncino e bisque di scampi

La ricetta di Daniele Cui: malloreddus con aglio, olio, peperoncino su bisque di scampi

La ricetta di Daniele Cui, geometra cagliaritano passato alla ribalta dei fornelli e partecipante a Masterchef 2016, è un omaggio alla semplicità dei sapori mediterranei.

Abbiamo fatto due chiacchiere con Daniele in cucina, tra la bisque di scampi e la preparazione delle basi di tutti i giorni e ci siamo fatti raccontare il nuovo capitolo della sua vita post Masterchef, tra video ricette, degustazioni e scoperte gastronomiche.

daniele cui

daniele cui

Com’è cambiata la tua vita dopo l’esperienza di Masterchef?

Sicuramente in meglio, ma non per la popolarità televisiva che non ho neanche avuto tra l’altro.Il cambiamento è dato dal fatto che ho capito cosa voglio fare davvero e come voglio farlo. Vorrei che il mio futuro fosse nella ristorazione.

Da chi hai imparato a cucinare?

Ho cominciato a cucinare in famiglia, guardando mio nonno e mia madre. Ma molti ricordi provengono anche dalle epiche infornate di mio padre e dalla mia personalissima curiosità.

Quando hai capito che la cucina poteva diventare anche una professione e cambiare la tua vita?

Lo penso ogni volta che qualcuno mi fa dei complimenti per come cucino; penso che un giorno potrei davvero svoltare e aprire un mio ristorante.

Dopo la tua partecipazione a Masterchef, hai ricevuto molte proposte di collaborazione da parte di aziende del settore food e non solo. Che effetto ti fa?

Mi fa un immenso piacere e allo stesso tempo mi responsabilizza e mi fa crescere.Credo in quello che faccio e sono legato alle aziende con cui lavoro da un rapporto che va oltre la semplice collaborazione professionale. Mi sento in famiglia.

Ultimamente stai lavorando molto sulla fregola e sulla sua versatilità.

Sì, la fregola è veramente una pasta particolare. Ha un’identità storica che risale al tempo dei Fenici e dei Cartaginesi; il famoso “Mahammas” mediorientale e la fregola sono la stessa cosa, il metodo di lavorazione è il medesimo. La sua versatilità è data dal fatto che si può cucinare come un risotto, una zuppa, un’insalata, si può accostare a ingredienti eccelsi ma anche a materie prime semplici e il risultato è sempre soddisfacente.

Cosa non può mancare nella tua dispensa?

Carne di maiale, perché sono carnivoro e sardo e poi, direi gli aromi e le spezie.

Cosa fa di un alimento un’eccellenza secondo te?

l processo di realizzazione dello stesso o degli ingredienti che lo compongono. Se un prodotto è realizzato bene, con ingredienti sani, naturali, controllati, con un processo vitale naturale, salterà fuori un prodotto che sarà sicuramente eccelso.

Qual è il tuo cavallo di battaglia?

Ultimamente, a proposito di prodotti agroalimentari buoni e dei nostri mari, propongo spesso il polpo. Anche senza citare una ricetta in particolare, posso dire che riesco a creare sempre qualcosa di molto appetitoso e insolito.

L’ultima cosa che hai mangiato?

Animelle di agnello semolate e fritte.

L’accostamento più insolito che hai sperimentato?

Grazie alle conoscenze ed ai progressi fatti in questi ultimi anni, direi “ostriche e mirtilli o fragole”. Provare per credere!

 

La Ricetta: malloreddus con aglio, olio, peperoncino e bisque di scampi

Ingredienti per 4 persone

Per i malloreddus

 300 gr di malloreddus grossi 2 La Casa del Grano

25 ml olio evo

1 spicchio aglio

1 peperoncino fresco

4 scampi freschi puliti

5 gr timo

30 gr pangrattato tostato

sale e pepe q.b.

 

Per il brodo di scampi:

4 carapaci di scampi

60 ml di vino bianco

1 costa di sedano

1 carota piccola

1/2 cipolla bionda

60 ml olio evo

3 foglie di alloro

25 gr timo

2 foglie di basilico

1 kg di ghiaccio a cubetti

Procedimento

In una casseruola, ho messo olio evo con sedano, carota e cipolla e ho fatto rosolare bene. Ho unito i carapaci degli scampi, li ho tostati bene e ho sfumato con vino bianco. Ho aggiunto alcuni aromi secondo il mio gusto: consiglio alloro, timo e basilico. 

Una volta evaporato il vino, ho unito circa 1 kg di ghiaccio a cubetti. Sciolto il ghiaccio, ho portato a bollore e ho spento il fuoco. Ho filtrato bene il liquido, l’ho rimesso sul fuoco e l’ho fatto ridurre fino alla densità di una salsa.

Per i Malloreddus

Ho gettato i malloreddus in pentola in acqua bollente salata e, durante la cottura, ho fatto soffriggere in padella l’aglio in camicia con olio evo, peperoncino fresco privato dei semi e tagliato a pezzi e una grattata di pepe nero. Ho versato un cucchiaio di olio di cottura della pasta in padella, ho fatto evaporare e ho infine versato i malloreddus scolati. A fuoco medio, ho mantecato la pasta con il brodo di scampi e a fuoco spento ho aggiunto gli scampi, puliti precedentemente.

Finitura del piatto

Ho servito i malloreddus su uno dei miei piatti preferiti, quadrato, color argento e ho guarnito con timo fresco, liquido di mantecatura, un filo di olio evo e pangrattato tostato.

Leggi altre ricette con i malloreddus 


Autore: valentina

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner premendo il tasto 'Accetto' ne accetti l'utilizzo per 1 mese. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi